Acne e sole: come proteggere la pelle in estate?

-

I raggi solari in alcune ore della giornata, al mattino e nel tardo pomeriggio, possono contribuire a diminuire l'infiammazione della pelle acneica, ma non sono né il toccasana né la cura. La sensazione che porta a sentire dopo il sole la pelle più asciutta, meno unta, con i brufoli che si seccano è solo apparente. L’effetto di miglioramento generale lo si deve al colore bruno dell’abbronzatura che maschera le imperfezioni, provocando un effetto estetico migliore. In realtà il sole aumenta l’ispessimento dello strato superficiale della pelle causando la produzione di comedoni e punti neri e una conseguente ripresa dell’acne. Dunque è necessario prepararsi al periodo estivo arrivandoci con il follicolo pilosebaceo libero e non intasato di sebo. Con le appropriate terapie l’acne può essere curata anche in estate.

0804953005