LA CABINA WALDMANN PER LA CURA DELLA PSORIASI E DELLA VITILIGINE

Curare o alleviare i sintomi della psoriasi e delle vitiligine è fondamentale. Lo studio D'Alessandro usa le migliori tecnologie, valutate con criterio e competenza

-

Cos'è la psoriasi?

Circa tre persone su cento nel mondo soffrono di psoriasi, quasi due milioni e mezzo di italiani in tutto. Si tratta di una malattia infiammatoria cronica delle pelle, di cui non si conoscono ancora con precisione le cause e per la quale ancora oggi non esiste una cura risolutiva, ma tante terapie efficaci che ne alleviano i sintomi e sono utili per tenerla a bada. 

Anche se sono stati fatti passi da gigante e oggi abbiamo terapie topiche, sistemiche e biologiche sempre più efficaci per la cura di questa patologia, il paziente deve sapere che i tempi della cura sono lunghi e avere moltissima pazienza. 
Uno dei trattamenti più indicati per questa patologia sfrutta gli effetti fotobiologici dei raggi ultravioletti UVA e UVB, come avviene a seguito dell'esposizione solare.

Come curare la psoriasi e la vitiligine

Per la cura della psoriasi e anche della vitiligine, da tempo, lo studio del dottor D'Alessandro sta valutando i grandi effetti benefici della fototerapia UVB a banda stretta con l'utilizzo della cabina Waldmann 7002 che ha il vantaggio di non utilizzare farmaci. 

I tempi di cura variano da soggetto a soggetto, anche in base alla gravità della patologia. Normalmente sono richieste sedute bisettimanali o trisettimanali per periodi prolungati. La seduta dura pochi minuti e il paziente potrà subito tornare alle proprie occupazioni. Come già detto, la cura richiede pazienza e, nel caso della vitiligine ad esempio, per i primi segni di ripigmentazione si dovrà attendere anche tre o quattro mesi. 

Vantaggi della cura

I vantaggi sono dati dalla possibilità di effettuare cicli di terapia con sedute di pochi minuti, raggiungendo risultati clinici soddisfacenti. Gli effetti benefici sono sia a livello psico-fisico che psico-emotivo, la scomparsa di segni visibili aiuta il paziente nei suoi rapporti sociali, con grande beneficio sul piano relazionale, affettivo e di autostima.