Rinoplastica, la chirurgia estetica per il naso: tutto quello che c’è da sapere

Modificare la forma del naso con la rinoplastica: come funziona?

-

Rinoplastica, settoplastica e rinosettoplastica: perché trattare chirurgicamente il naso? 

La rinoplastica consente di modificare la forma e le dimensioni del naso migliorando l'armonia del viso senza però stravolgerne la fisionomia. Nello specifico, la rinoplastica nelle procedure terapeutiche del metodo INTEGRA del dottor D’Alessandro, permette di aumentare o ridurre le dimensioni del naso (troppo piccolo, troppo grande o troppo largo), di cambiare la forma del dorso del naso (incavato o con presenza di gobba o gibbo) e della punta (troppo larga, troppo stretta o troppo lunga), di modificarne l'ampiezza delle narici e cambiare l'angolo tra la fronte e il naso o tra il naso e il labbro superiore per conferire le giuste proporzioni al viso.

Con questo tipo di intervento di chirurgia estetica, si possono correggere anche difetti post-traumatici del naso o presenti dalla nascita e problemi respiratori. Se le difficoltà respiratorie sono causate dalla deviazione del setto nasale, ad esempio, è necessario procedere contemporaneamente con un intervento di "settoplastica" al fine di modellare e riposizionare il setto nasale deviato.

Rifacimento del naso, come funziona? 

La rinoplastica estetica è un intervento che si esegue in sala operatoria e può essere eseguito in anestesia generale oppure in neuroleptoanalgesia che consiste nella somministrazione endovenosa di farmaci che inducono uno stato di rilassamento mentale e calma. In aggiunta a questo si utilizza anche dell’anestetico locale quando il paziente è addormentato, in modo da eliminare anche il minimo fastidio dovuto all’iniezione. 

L’operazione al naso è dolorosa? Rischi e trattamento post-operatorio della rinoplastica 

Non c’è dolore durante l’operazione. La scelta del tipo di anestesia può, in ogni caso, essere discussa con l’anestesista. Ad ogni modo, in caso di intervento di chirurgia estetica al naso vengono sempre attuati tutti i mezzi necessari per garantire la massima sicurezza. Le incisioni sono praticate all’interno del naso, nel vestibolo. La cute viene mobilizzata sullo scheletro sottostante. La gobba del naso, se presente, viene rimossa e le ossa nasali vengono fratturate alla base per poter essere avvicinate, in modo da ricostruire il dorso del naso. Vengono poi isolate le cartilagini del setto e laterali e ridotte quanto necessario per ottenere il rimodellamento della punta del naso. La medicazione post-operatoria si esegue con dei tamponi in entrambe le narici e con l’applicazione di un gesso sul dorso per immobilizzare le ossa. A volte può essere necessario associare all’intervento di rinoplastica estetica la correzione cosmetica del naso. Il ritorno a casa dopo l’intervento avviene dopo la permanenza di una notte in clinica.

Rinoplastica: convalescenza e decorso post-operatorio 

Dopo l’intervento al naso si ha un certo grado di edema (gonfiore) che può anche essere notevole specialmente se l’abrasione interessa il contorno degli occhi e delle labbra; tale edema raggiunge il suo massimo al secondo-terzo giorno dopo l’intervento per sparire poi lentamente nel giro di una settimana. Durante la prima notte dopo l’intervento di rinoplastica il/la paziente può avvertire un lieve dolore pungente o pulsante facilmente dominabile con analgesici. Le aree trattate, una volta guarite, appariranno di colorito roseo intenso e tale colorazione perdurerà per un periodo che va dalle 8 settimane ad alcuni mesi. Nelle prime due settimane post-operatorie vanno evitate attività che possano causare rapidi aumenti della pressione del sangue e per le prime quattro settimane come ad esempio sollevare dei pesi, o svolgere lavori domestici faticosi o stressanti, in quanto potrebbe causare dei sanguinamenti. Anche lo sport e l’attività fisica possono aumentare la pressione sanguigna e quindi devono essere sospesi per le prime due settimane.

Complicazioni dovute all’intervento di rinoplastica 

L’intervento di rinoplastica, come tutte le procedure chirurgiche, può essere soggetto a complicazioni che normalmente si gestiscono con esperienza e competenza.