Rimozione delle cicatrici
Rimozione delle cicatrici

Un adeguato trattamento rende possibile rimuovere o migliorare l'aspetto di una cicatrice, soprattutto se particolarmente vistosa. Tuttavia la buona riuscita dipende da molteplici fattori, come ad esempio la grandezza della cicatrice, la sua localizzazione, da quanto tempo è formata ecc., tutti aspetti che nel loro complesso vengono valutati dal medico dermatologo, il quale stabilisce se si tratta di una semplice cicatrice ipertrofica o di un vero e proprio cheloide. 
Alcune caratteristiche peculiari consentono di distinguere le une dagli altri:

  • Le cicatrici ipertrofiche si sviluppano precocemente sulla lesione ma tendono con il tempo a migliorare spontaneamente.

  • Le lesioni cicatriziali conosciute come cheloidi invece sono costituite da un’anomala produzione di tessuto che si sviluppa e si estende anche oltre i margini della lesione. 
    I cheloidi si possono trattare con il laser ottenendo buoni risultati oppure possono essere rimossi chirurgicamente.

Ultime News
Dermatologia -
LA CABINA WALDMANN PER LA CURA DELLA PSORIASI E DELLA VITILIGINE
Cos'è la psoriasi? Circa tre persone su cento nel mondo soffrono di psoriasi, quasi due milioni e mezzo di italiani in tutto. Si tratta di una malattia infiammatoria cronica delle pelle...
Continua a leggere
Dermatologia -
I LASER IN DERMATOLOGIA ESTETICA
Usare il laser in dermatologia estetica L'uso delle tecnologie laser in ambito di dermatologia estetica trova una grandissima applicazione sia nella eliminazione dei singoli inestetismi in...
Continua a leggere
Dermatologia -
Teleangectasie, cosa sono?
Teleangectasie, origine del termine Dal greco antico: Telos (fine), angeion (vaso), ektasis (dilatazione): lesione della fine del vaso, tele-ang-ectasia. Quadro clinico Malformazioni venose...
Continua a leggere